Les amies de Voltaire dans la correspondance (1749-1778) PDF

Le idee e le opere di Voltaire, così come quelle degli altri illuministi, hanno ispirato e influenzato moltissimi pensatori, politici e intellettuali contemporanei e successivi e ancora oggi sono molto diffuse. Voltaire aveva convinzioni les amies de Voltaire dans la correspondance (1749-1778) PDF, grandi passioni intellettuali, una vasta cultura, una scrittura ironica e scintillante, una straordinaria curiosità per gli avvenimenti del suo tempo e una prodigiosa capacità di raccontare le idee. Fu insomma, anche se la parola può sembrare riduttiva, un giornalista.


François-Marie Arouet nasce il 21 febbraio 1694 a Parigi in una famiglia appartenente alla ricca borghesia. Originario dell’Haut Poitou, precisamente di Saint-Loup, piccola località situata nell’attuale dipartimento Deux-Sèvres, François si trasferì a Parigi nel 1675 e si sposò nel 1683. Voltaire fu l’ultimo di cinque figli: il primogenito Armand-François morì tuttavia ancora piccolo, nel 1684, e stessa sorte toccò cinque anni più tardi al fratello Robert. Nell’ottobre 1704 entrò al rinomato collegio gesuita Louis-le-Grand. In questo periodo il giovane Voltaire dimostrò una spiccata inclinazione per gli studi umanistici, soprattutto retorica e filosofia.

Benché destinato a essere molto critico nei confronti dei gesuiti, Voltaire poté beneficiare dell’intensa vita intellettuale del collegio. Nel 1711 lascia il collegio e s’iscrive, per volere paterno, alla scuola superiore di diritto che comunque lascerà dopo soli quattro mesi con fermo e deciso disgusto, in quanto egli non aveva mai espresso alcun desiderio di fare l’avvocato. Dal 1726 al 1728 visse in Maiden Lane, Covent Garden, nel luogo oggi ricordato da una targa al n. L’esilio di Voltaire in Gran Bretagna durò tre anni, e questa esperienza influenzò fortemente il suo pensiero. Voltaire, per separare il suo nome da quello del padre ed evitare confusioni con poeti dal nome simile. Questa è la teoria generalmente più diffusa. Un’altra teoria ricorre al luogo d’origine della famiglia Arouet: la cittadina di Airvault, il cui anagramma potrebbe rendere lo pseudonimo, nella forma « Vaultair », con pronuncia francese identica a quella del nome scritto con la grafia « Voltaire ».

Richard Holmes aggiunge che, oltre a questi motivi, il nome Voltaire fu scelto anche per trasmettere le connotazioni di « velocità » e « audacia ». Nel 1736 Federico di Prussia cominciò a scrivere lettere a Voltaire. Due anni dopo Voltaire visse per un periodo nei Paesi Bassi e conobbe Herman Boerhaave. Si c’est ici le meilleur des mondes possibles, que sont donc les autres? Se questo è il migliore dei mondi possibili, gli altri come sono?